Seguici su:

Eventi

Milano: Giuseppe Ungaretti. La vita inscritta nell’eterno

con Giuseppe Conte, Nicola Bultrini, Roberto Galaverni

GIUSEPPE UNGARETTI, LA VITA INSCRITTA NELL’ETERNO
L’involontaria rivolta dell’uomo consapevole della propria fragilità

Come definire, individuare, il senso della poesia per Ungaretti? La sua parola è tesa a raccogliere l’urto della realtà, percossa anche quando gli istanti sono più sereni, quasi a percepirne in essa il segno dell’eterno. Più noto per i versi brevi dell’inizio che per quelli bellissimi e solenni della lunga stagione della sua vita. Il suo stile è come la sua vita: la presenza delle vicende del mondo nei versi lo fa moderno e al centro della contemporaneità. Un poeta da amare un uomo da scoprire.

Una serata straordinaria per ricordarlo a 50 anni dalla sua morte (1 giugno 1970) con un intenso dialogo con alcuni poeti e critici letterari quali:

Nicola Bultrini, poeta e scrittore, Roma
Giuseppe Conte, poeta e scrittore, Nizza
Roberto Galaverni, de “La Lettura” del Corriere della Sera, Berlino
Francesco Napoli, critico letterario Milano
Laura Piazza, attrice
e spezzoni del docufilm Rai di Gabrella Sica “Vita di un uomo”

Rivedi l'evento sul canale You Tube del Centro Culturale di Milano

Quando

Dove

Organizzato da

Personaggi