Seguici su:

Eventi

Lugano: LongLake Festival

Incontro con Enrico Dindo, musicista e violoncellista

Dalla scelta di Muti all'abbraccio con Rostropovich: Enrico Dindo si racconta

Il Centro Culturale di Lugano promuove l'incontro con uno dei più grandi violoncellisti di oggi: martedì 8 settembre al LongLake Festival (Lugano).
Le storie dei grandi musicisti, compositori o interpreti che siano, sono trapuntate di fatti e incontri. Maestri, amici, persone casualmente ma provvidenzialmente trovatesi sulla strada. Così la storia artistica di Enrico Dindo, musicista e violoncellista di fama internazionale, è stata segnata da incontri avvenuti anche tra le mura domestiche, in un crescendo che l'ha portato a divenire il pupillo di Rostropovich, non solo il più grande violoncellista di sempre, ma una delle figure centrali e fondamentali del 900 musicale.

Calamitato dalla Bellezza della musica e spinto da un talento e un istinto musicale straordinari, lasciava il posto di primo violoncello della Scala assegnatogli, poco più che ventenne, da Riccardo Muti. Una scelta che poteva sembra un azzardo ma che è stata trampolino di lancio per una carriera folgorante: solista applaudito nei massimi teatri del mondo, ha poi fondato una sua orchestra e oggi alterna il violoncello ai podi di grandi formazioni sinfoniche, trovando lo spazio anche per insegnare presso il nostro Conservatorio della Svizzera Italiana.

Enrico Dindo, che possiede il dono di saper trasportare il suo pubblico non solo con le note, ma anche con le parole e i racconti, sarà ospite del LongLake Festival in un incontro organizzato dal Centro Culturale della Svizzera Italiana martedì 8 Settembre alle ore 18.00, presso il Boschetto Ciani (in caso di maltempo l'incontro si terrà allo Studio Foce). Un'occasione imperdibile per farsi coinvolgere fino al cuore della musica e dei suoi capolavori dal violoncello (e dalle parole) di un grande maestro.

Quando

Dove

Organizzato da