Seguici su:

Eventi

Casale Monferrato (Al): Nel Suo sguardo tutti possiamo trovare posto

Presepe Vivente

Domenica 20 dicembre alle ore 17.30 ha preso le mosse dalla chiesa di Santa Caterina la rappresentazione del presepe vivente a cura del Centro Culturale "Alberto Gai". Nella chiesa di piazza Castello è stata allestita l’Annunciazione, poi i figuranti si sono spostati in via Saffi e in piazza Mazzini per dare vita alle altre tappe del cammino che ha condotto Maria e Giuseppe fino a Betlemme, quindi la visita di Maria a Elisabetta, la lettura dell’editto romano che decreta il censimento a causa del quale Maria e Giuseppe hanno dovuto mettersi in viaggio, la città di Betlemme con le sue locande troppo affollate per ospitare la Sacra Famiglia, la corte di Erode e infine, all’interno del Duomo, la rappresentazione della Natività. Gli zampognari hanno guidato il corteo fra una tappa e l’altra e ogni scena è stata recitata e accompagnata da alcuni canti, eseguiti dal coro di Comunione e Liberazione lungo tutto il percorso e dal coro dei bambini dell’accademia Le Muse in Santa Caterina e in Duomo.
Il presepe vivente nel pomeriggio della domenica che precede il Natale sta diventando una tradizione per la città di Casale. Ma quello che il Centro Culturale "Alberto Gai" propone non vuole essere la ripetizione di un racconto già noto, un déjà vu dato ormai per scontato, anzi, è l’annuncio sempre nuovo che Gesù è venuto per ciascuno di noi, per te e per me che quasi ignari stiamo passeggiando nel centro cittadino presi da mille pensieri. E quando uno incontra Gesù sui propri passi “inizia a guardare il presente in un altro modo, con un’altra speranza,” insegna papa Francesco, “ inizia a guardare se stesso, la propria realtà con occhi diversi. Nel Suo sguardo tutti possiamo trovare posto”.


Quando

Dove

Organizzato da