Seguici su:

In evidenza

Charles Péguy. Il fazzoletto di Véronique di Pigi Colognesi

Di quanti scrittori un Sommo Pontefice ha detto: «Era più cristiano di me»? Forse nessuno, prima che papa Francesco lo dicesse di Charles Péguy. Chi era costui? Non proprio un Carneade: è stato studiato da centri universitari piccoli ma agguerriti, ripetutamente riproposto all’interno di importanti movimenti ecclesiali (ad esempio CL), rappresentato in circuiti teatrali di base.

L’opera poetica di Péguy gode di una stabile presenza editoriale da decenni. Più difficile trovare in Italia la sua produzione saggistica: acutissima e nient’affatto superata analisi del pensiero «moderno».

Questa ampia antologia, composta da traduzioni del tutto nuove, vuol colmare tale lacuna.

Acquista il libro sul sito di Cantagalli
Leggi un brano dell'introduzione di Julián Carrón

Il libro è edito da Cantagalli per la collana "Maestri Ritrovati" e da EU PRESS FTL