Corridonia (Mc): Salvato da un maledetto destino



Presentazione del libro dal titolo “Salvato da un maledetto destino”, edito da Linfa, casa editrice dell’attore Simone Riccioni. Roberto Anteghini nasce a Codigoro in provincia di Ferrara l’8 maggio del 1968. La sua è una famiglia per bene, persone dedite al lavoro, rispettate da tutti, che cercano di trasmettere al figlio valori e sani principi, ma il suo essere irrequieto e la sua sfrenata ricerca di libertà lo portano a trasgredire le indicazioni dei suoi genitori per finire nel mondo della droga all’età di 13 anni. Percorre con difficoltà il ciclo di studi, perché bere, fumare e fare uso di sostanza diventa pian piano una costante, dove tutto ciò che non era droga non contava più nulla. Sua madre che per anni sopporta il dolore di vedere il figlio alle prese con la tossicodipendenza, fino a che con un gesto di grande coraggio, lo costringe ad entrare in comunità, il 10 giugno 1993. La Comunità “Incontro” di Don Pierino Gelmini, nella quale Roberto percorre un cammino di vita che lo porta a risolvere non soltanto i problemi legati all’astinenza quanto quelli esistenziali; ritrova i valori e gli insegnamenti della famiglia, ritrova la fede e ricomincia a vivere. Roberto aveva un sogno, quello di diventare un pompiere; riesce a svolgere il servizio militare nel corpo dei Vigili del Fuoco, ma poi la droga divora questo suo sogno, insieme a tanti altri che aveva nel cassetto. Oggi vive a Pedaso, dove si era trasferito con la sua famiglia nel 1984, e lavora da anni nel mondo delle tecnologie dell’acqua, in un’azienda di Civitanova Marche. Da alcuni anni, in collaborazione con l’associazione GENITORI OGGI ha deciso di raccontare il suo passato ai ragazzi nelle scuole, per evitare che ad altri capiti quello che è successo a lui. Da qui l’idea di raccontare la sua storia in un libro.
(http://www.antimafiaduemila.com/libri/autori/855-roberto-anteghini.html)



Data

Venerdì 17 Marzo 2017 ore 21:15

Luogo

Cine Teatro L.Lanzi, Corridonia (Mc)